Servizio argentatura per posate e vasellame - Horeca Service

Vai ai contenuti

Servizio argentatura per posate e vasellame

Un esclusivo servizio di rimessa a nuovo e manutenzione per posate, prodotti per la tavola in metallo argentato e in argento.
Oltre alle posate siamo in grado di portare allo stato originario l'argenteria di servizi da tè, candelabri, tazze, vassoi, ciotole, ornamenti, trofei ecc.
L'argentatura possiamo applicarla anche su posate o vasellame in acciaio o argento sterling.
Con interventi di saldatura se necessaria, pulitura ed argentatura, che consente di rinnovare e prolungare l'utilizzo dei vostri prodotti.
Il processo di argentatura
Il processo di argentatura è stato scoperto nel 1840 che tramite un fase di elettrolisi permette di applicare uno strato di argento puro in oggetti realizzati in ottone, acciaio, rame, alpacca o argento.
Argentatura
Le fasi di lavorazione
Riparazione dell'argenteria
In presenza di prodotti non pressofusi, siano essi in argento, ottone o alpacca, è possibile la loro riparazione tramite saldature ed interventi di riparazione generici che restituiscono ai prodotti la loro funzionalità.Sono interventi effettuati manualmente dal nostro personale specializzato che utilizza utensili idonei, uniti alla loro esperienza e maestria.
Argentatura
Rimosso l'eventuale residuo d'argento ancora presente sui pezzi, riparate eventuali ammaccature, ripulito completamente il pezzo, viene effettuata l'argentatura impegando normalmente impianti galvanici a telaio. L' argentatura avviene per elettrodeposito con spessori fino ad un massimo di 35 micron sulla posateria,su argento, ottone e alpacca.
Lucidatura
La fase di lucidatura viene eseguita sia manualmente, dal nostro personale specializzato, sia dalle macchine pulitrici automatiche. Vengono utilizzate spazzole e feltri con fibre naturali e cere atossiche a norma della Legge 626. Giunto nel reparto di confezionamento, ogni prodotto viene ripassato con pelle di daino e controllato per l'ultima volta, prima di venire protetto con carta ovattata di seta.
Hotel e Ristoranti
A causa dell'elevato costo d'acquisto dei prodotti argentati, molti hotel, ristoranti, società di catering trovano molto conveniente avvalersi del nostro servizio di argentatura per donare nuovo splendore all'argenteria con un investimento decisamente inferiore rispetto all'acquisto di nuova fornitura.
La vostra argenteria è importante come la qualità dei cibi che vengono serviti al tavolo, non permettere che lo stato delle voste posate penalizzi la qualità del vostro ristorante.
Come mantenere nel tempo lo splendore dell'argento dopo aver eseguito il restauro
Prelavaggio argenteria
È importante eseguire l’operazione al più presto dopo l’uso evitando l’accumulo e il sovrapporsi di numerosi prodotti sporchi.
Eliminare i residui di cibo utilizzando una spazzola morbida o un getto d’acqua, avendo cura di tenere separata la posateria dal vasellame, quindi immergere i pezzi nella soluzione di prelavaggio evitando di trattare troppi pezzi contemporaneamente.
Questa operazione è fondamentale per prevenire la sulfurazione dell’argento.

Il prelavaggio deve durare da 5 a 20 minuti e non superare mai i 30 minuti.
Non lasciare i pezzi nella soluzione di prelavaggio oltre i tempi consigliati: in caso contrario l’argento potrebbe sulfurarsi, ossidarsi, corrodersi e addirittura sfogliarsi.
Sostituire la soluzione di prelavaggio quando in superficie è scomparsa la caratteristica formazione schiumosa, ma persiste un film untuoso.
È sconsigliato immergere in questa soluzione le parti in alluminio, in quanto potrebbero accelerare il processo corrosivo.
Prelavaggio Corretto
Cesto argenteria corretto
Prelavaggio scorretto
Cesto argenteria scorretto
Incestellamento argenteria
È l’operazione di posizionamento della posateria negli appositi cestelli per il lavaggio.
I cestelli o supporti devono permettere la disposizione verticale delle posate argentate ad una distanza uno dall’altra idonea a permettere che ciascuno sia adeguatamente investito dal getto di lavaggio e di risciacquo.
Sono consigliati supporti in plastica.
Le posate estratte dalla soluzione di pre-lavaggio devono immediatamente essere posizionate nei cestelli e risciacquati con cura per evitare che residui di soluzione di prelavaggio vadano ad inquinare quella di lavaggio.
Ceste per posate
Ceste per posate
Risciacquo posate
Lavaggio argenteria
I parametri fondamentali di questa operazione sono:

• Temperatura della soluzione di lavaggio (65 -75°C.).
• Concentrazione del detersivo 3-5 %, secondo le indicazioni del fabbricante.
• Uso di detersivo di prima qualità.

I tempi di funzionamento della lavastoviglie, la quantità d’acqua e la temperatura sono parametri ampiamente collaudati e idonei ad assicurare risultati eccellenti. Occorre solo accertarsi che la qualità, la quantità e la pressione dell’acqua siano sufficienti al perfetto funzionamento della macchina.
L’acqua non deve contenere sostanze solide, quali ad esempio sabbia e polvere, eventualmente in grado di ostruire gli ugelli.
È consigliabile il montaggio di filtri atti a trattenere tutti i corpi estranei.

Avvertenza importante!
Il cloro di potabilizzazione presente nell’acqua, durante il lavaggio in lavastoviglie tende a formare acido clorico (HClO3), agente molto aggressivo per l’argento e per gli acciai inox, in particolare quelli usati in coltelleria. Tale fenomeno è talmente evidente che già al primo lavaggio in lavastoviglie possono comparire, anche su pezzi nuovi, aloni colorati e/o segni di attacco corrosivo.
Per minimizzare il problema è necessario, non appena terminato il ciclo di lavaggio e risciacquo, estrarre i pezzi dalla lavastoviglie e procedere subito all’operazione di asciugatura.
Per ovviare a questo problema è necessario installare un decloratore a monte dell’impianto di lavaggio.
Asciugatura argenteria
Terminato il procedimento di risciacquo ed estratti immediatamente i supporti dalla lavastoviglie, è importante procedere alla perfetta asciugatura dell'argenteria utilizzando un panno morbido, avendo cura di non tralasciarne alcuno anche se appare asciutto.

I pezzi saranno in questa fase controllati e riposti ordinatamente: l'argenteria eventualmente ancora sporcha verrà nuovamente destinata a un procedimento di prelavaggio.
Ceste posate argentate
Asciugatura posate argentate
Asciugatura argento
Lucidatura argenteria
La lucidatura serve ad eliminare i segni della sulfurazione e/o ossidazione e a ridare un aspetto lucente all’argento.
Esistono molti sistemi per effettuare una buona lucidatura dell'argenteria.
Creme e spray per lucidatura
Spray pulizia argenteria
Si tratta di creme che contengono micro particelle abrasive. L’azione abrasiva rimuove le macchie scure e la superficie torna ad essere lucente.
Si sconsiglia un uso frequente di tali creme (al massimo 1-2 volte a stagione) per evitare l’usura dell’argento.
Occorre fare attenzione a rimuovere completamente i residui che restano nei decori e nelle incisioni o nei rebbi delle forchette; alcune creme formano inoltre uno strato protettivo oleoso che potrebbe essere considerato sgradevole.
Un buon prodotto deve invece lasciare uno strato protettivo completamente invisibile, non rilevabile alla più attenta osservazione.
Argenteria ossidata
Ossidazione argento
Lucidatura argenteria
Pulizia tramite processo elettrolitico a caldo
In una bacinella contenente una piastra di alluminio si posizionano con ordine i prodotti argentati avendo cura che siano a contatto dell’alluminio. Si versa una soluzione di Dix Silver in acqua riscaldata a 75-85°C fino a coprire completamente i prodotti. Si lascia agire la soluzione per 1-3 minuti quindi si estraggono e si risciacquano immediatamente i pezzi.
Il processo elettrolitico funziona soltanto se l’argenteria è esente da grasso e la piastra di alluminio non presenta alcun tipo di rivestimento. L’alluminio si consuma durante il processo di pulitura e deve quindi essere sostituito quando necessario.
È fondamentale rispettare i tempi di trattamento in quanto una immersione prolungata nella soluzione calda potrebbe ammorbidire l’argento.
Pulizia argento a caldo
Pulizia posate argentate a caldo
Controllo temperatura lavaggio
Risciacquo argento
Pulizia tramite processo elettrolitico a freddo
È un processo di pulitura dell'argenteria per immersione a freddo in liquidi pulenti.
Esistono diversi tipi di liquidi pulenti:

Prodotti con elevato tenore di acidità
Contengono quasi sempre acido fosforico che potrebbe attaccare il rivestimento d’argento, rovinare le mani e danneggiare la cromatura dell’acciaio.
Dopo un trattamento di questo genere spesso l’argento si ossida più rapidamente di prima.

Sapone liquido per una disossidazione rapida
Sono liquidi schiumosi a bassa acidità e risultano quindi più delicati sui pezzi e sulle mani.
Se i pezzi sono di piccole dimensioni possono essere immersi nel liquido, se invece sono piuttosto grandi si puliscono con una spugna morbida imbevuta di liquido pulente.

RISCIACQUO ED ASCIUGATURA
Immediatamente dopo la pulitura il vasellame da tavola deve essere risciacquato in acqua corrente (meglio ancora con una doccia).
È importante che l’acqua sia abbondante e corrente, per evitare che tracce di zolfo conferiscano all’argento un bagliore giallo.
A fine risciacquo i pezzi devono essere asciugati accuratamente con un panno pulito e asciutto.
Se l’argento dovesse ingiallire dopo breve tempo, la causa potrebbe essere imputata ad un risciacquo o una asciugatura insufficienti.

Consigliamo di sottoporre normalmente gli oggetti d’argento a questo processo ogni 8–10 giorni per 3-5 minuti, per conservare la loro lucentezza originale e la durezza della superficie. È opportuno inoltre protrarre il trattamento per 15-30 minuti sugli oggetti lucidati per la prima volta, o allorché vengano usati dopo un lungo periodo di inutilizzo.
Pulitura argento a freddo
Risciacquo argento a freddo
Conservazione argenteria
Conservare l'argenteria ben pulita in modo ordinato, possibilmente in un locale adibito allo scopo, che dovrà essere esente da vapori contenenti zolfo, non umido e possibilmente lontano dalle cucine.

Conservazione argenteria
Se i pezzi devono essere riposti in contenitori è consigliabile l’utilizzo di materiali plastici esenti da zolfo oppure del tradizionale legno.
I pezzi non devono mai essere impilati.
I prodotti usati quotidianamente possono essere lasciati nei cestelli in plastica della lavastoviglie, ma sempre perfettamente asciutti.
Evitare di appoggiare i pezzi d’argento su superfici dure o abrasive per non graffiarli.
Cassetta per posate
email: info@horeca-service.it
Linea diretta: +39 3481525009
Horeca Service - P.I. 04194610285
Richiesta informazioni
email: info@horeca-service.it
Linea diretta: +39 3481525009
Torna ai contenuti